Conoscere per includere

Nome organizzazione: AGbD Associazione Sindrome di Down Onlus (Verona)
Ambito d'intervento: Sensibilizzazione, educazione
Beneficiari: Bambini affetti da sindrome di Down e loro compagni di scuola
Obiettivo del progetto: Favorire l'integrazione scolastica dei bambini dell'Associazione affetti da sindrome di Down
Cifra erogata: 4.500,00 euro

Educazione e sensibilizzazione quando c'è un compagno di classe con sindrome di down

AGbD Associazione Sindrome di Down Onlus opera da più di 30 anni a favore delle persone con sindrome di Down o con altre patologie di tipo genetico associate ad un ritardo mentale. Il progetto "Conoscere per includere", nato dal desiderio di alcuni genitori dell'Associazione di rispondere alle domande e alle curiosità dei compagni di classe dei loro figli, si pone come un naturale sviluppo del progetto "Inter-agire per integrare", finanziato dalla nostra Fondazione nel 2011.

L'iniziativa, che verrà realizzata nel corso dell'anno scolastico 2018-2019, prevede l'organizzazione di un percorso di incontri mattutini di 3 ore ciascuno nelle classi dei bambini e ragazzi che frequentano l’Associazione, al fine di promuovere un ambiente scolastico inclusivo attraverso una maggiore consapevolezza delle caratteristiche del bambino con sindrome di Down da parte dei loro compagni. I temi che verranno affrontati saranno differenti a seconda dell'età dei bambini/ragazzi coinvolti.

Il progetto prevede il coinvolgimento di uno psicologo dell'Associazione, che affiancherà i docenti nel corso degli incontri e li aiuterà nella rilevazione e nell'analisi dei comportamenti degli alunni.

A beneficiare di tale iniziativa saranno 30 ragazzi dell'Associazione ed i loro compagni di classe, ma in futuro si prevede di coinvolgere circa 70 ragazzi.

Il futuro è garantito

Nell’anno scolastico 2018/2019, AGbD-Associazione Sindrome di Down ha portato in 8 scuole veronesi (4 primarie, 2 medie e 2 superiori) un percorso di incontri con le classi di cui fa parte l’alunno con Sindrome di Down, per favorire un ambiente inclusivo attraverso la corretta informazione su una condizione meno conosciuta di quanto si possa pensare.

La maggior parte degli incontri si è svolta in formula mista: a una prima parte riservata ai compagni, per chiarire senza censure ogni dubbio sulla sindrome, è seguita l’integrazione del ragazzo protagonista, accompagnato dal personale di AGbD per condividere informazioni e curiosità con il compagno.

Il questionario somministrato ai partecipanti alla fine del progetto ha dimostrato quanto la conoscenza sulla sindrome sia aumentata da parte degli studenti, ma anche dalle famiglie e dai docenti coinvolti, permettendo ai ragazzi di interagire in modo più consapevole, utile e gradito per tutti.